fbpx

Assicurazione danni ambientali

Proteggi la tua azienda con una valutazione su misura del rischio

contatti

Scrivici per richiedere maggiori informazioni

Chi inquina paga

Sulla base dell’introduzione, a livello comunitario, del principio “chi inquina paga”, anche nel nostro sistema giuridico la responsabilità ambientale è divenuta oggettiva, vale a dire che non dipende dall’essere o meno l’autore del fatto che ha prodotto l’inquinamento. Ciò si traduce nell’obbligo ad agire tutte le volte in cui il verificarsi o la scoperta di un inquinamento lo impongono.

Inquinamento accidentale

La polizza di responsabilità civile generale dell’azienda può coprire, al più, solo le conseguenze di un evento improvviso e accidentale. Qualunque tipo di inquinamento che sia prevedibile, anche solo in relazione alla stessa attività dell’azienda, non può più considerarsi accidentale e, dunque, non rientra in questa garanzia. Inoltre, tale copertura viene attivata solo nei confronti dei terzi: restano esclusi i costi per le bonifiche o per i danni ambientali che hanno luogo all’interno del sito assicurato, così come ogni contaminazione che si verifichi in maniera graduale nel tempo.

Il danno ambientale

Il rischio di inquinamento è molto più elevato di quanto si è portati a credere poiché riguarda senza distinzione tutti i settori produttivi. Ne consegue che la frequenza di accadimento, unita alla entità dei danni, rappresenta uno dei maggiori fattori che può mettere in crisi il patrimonio aziendale, influenzandone direttamente l’attività economica. Le motivazioni si possono individuare in:

  • crescente complessità del quadro normativo e maggior severità delle norme ambientali;
  • effetti sulla reputazione aziendale;
  • richieste di risarcimento provenienti da terzi;
  • perdita degli investimenti e mancati ricavi.

Le contaminazioni pregresse

Negli accordi di compravendita per l’acquisto di nuove strutture, è importante conoscere l’utilizzo storico dei siti e delle attività, in modo da poter identificare potenziali contaminazioni causate da un precedente proprietario. Diventa quindi necessario individuare l’entità di eventuali responsabilità ambientali che potrebbero essere trasferite. Il programma assicurativo di gestione dei rischi ambientali dovrà tenere conto del rischio che l’azienda sia ritenuta responsabile della contaminazione ereditata e delle relative conseguenze giuridiche.

Gestione dei danni

Ridurre i danni, minimizzare i costi e gestire i sinistri dopo che si è verificato un incidente sono parte del programma globale di mitigazione dei danni. Ma oltre a dover far fronte al danno fisico all’ambiente, un’azienda potrebbe anche dover intraprendere azioni per rassicurare i suoi clienti e il pubblico. Oggi, infatti, la copertura mediatica e i social possono amplificare l’impatto degli incidenti ambientali. Gestire il danno reputazionale è quindi necessario anche se il sinistro è stato causato da terzi: il piano di gestione delle crisi dovrà includere le misure per proteggere la propria reputazione e garantire la continuità dell’attività.

Contattaci per maggiori informazioni!

5 + 7 =